Regione Veneto

Arriva a Valeggio sul Mincio il “Custode Sociale”

Pubblicato il 24 agosto 2019 • Sociale

I comuni di Bussolengo, Lazise, Pastrengo, San Pietro in Cariano, Valeggio sul Mincio, Mozzecane, Azienda ULSS 9 e Cooperativa Spazio Aperto partecipano alla sperimentazione per attivare un nuovo servizio rivolto alla comunità: il “custode sociale”. Si tratta di una persona che ha lavorato nel sociale e conosciuto dai servizi sociali, che mette a disposizione della comunità le competenze e le esperienze professionali maturate nel corso della vita lavorativa. Il custode sociale lavora in stretta collaborazione con il Servizio sociale di base. Insieme hanno l’obiettivo di costruire una adeguata rete di supporto che coinvolga servizi, vicinato, rete amicale, volontariato.

Il nuovo servizio fa parte di un pacchetto di nuove prestazioni offerte, che includeranno, inoltre, il sostegno psicologico ed individuale degli anziani, servizi di pulizia e manutenzione delle abitazioni degli assistiti, gruppi di socializzazione condotti da educatori per contrastare la solitudine. A questi servizi si affiancano i già noti servizi dell’assistenza domiciliare e dei pasti a domicilio.

«Presento con orgoglio questo nuovo servizio – dice Franca Benini, assessore alle politiche sociali del Comune di Valeggio sul Mincio - che ritengo essere di grande utilità per quei valeggiani che necessitano di aiuto nel gestire la loro quotidianità. È un progetto innovativo, oserei dire un progetto pilota, che può essere utile a tutti i comuni dell’ULSS 9».