Controllo del Vicinato: informativa

Pubblicato il 14 febbraio 2020 • Servizi

Sette incontri distribuiti sul territorio del Comune valeggiano che trattano un tema molto importante: sicurezza. L’amministrazione comunale di Valeggio sul Mincio ha organizzato una rassegna di incontri per permettere alla cittadinanza di conoscere il meccanismo alla base dell’ACdV (Associazione Controllo del Vicinato), con la quale l’amministrazione ha trovato l’intesa per la sicurezza del territorio. Il primo appuntamento si terrà nei locali dell’ex scuola di Salionze, dietro alla farmacia comunale, il 5 febbraio. Gli incontri sono stati organizzati per tutte le località: il 12 febbraio l’incontro si terrà a Santa Lucia ai Monti, il 19 febbraio a Borghetto, il 26 nella località Vanoni-Remelli; il 4 marzo in località Foroni, l’11 in località Fornello e il 18 a Valeggio sul Mincio. 
«Durante questi incontri spiegheremo alla cittadinanza come funziona l’associazione di Controllo del Vicinato – spiegano l’assessore Alessandro Remelli e il consigliere Andrea Parolini che insieme curano la delega alla sicurezza -. Era questo uno dei nostri obiettivi in campagna elettorale e abbiamo già mosso i primi passi in questa direzione». 
Uno strumento per il cittadino, per prevenire la criminalità e per accendere una sinergia tra territorio e Forze dell’Ordine. «Vogliamo che Valeggio sia più sicura e che i valeggiani si sentano più protetti – afferma il sindaco Alessandro Gardoni -. Siamo consapevoli del fatto che la sicurezza è demandata alle "forze di polizia", ma con il controllo di vicinato possiamo offrire ai nostri cittadini uno strumento di prevenzione della criminalità basato sulla partecipazione attiva dei residenti in una determinata zona, che collaborano con le Forze di Polizia Statali e Locali. Con il controllo del vicinato intendiamo coadiuvare le forze di Polizia nella prevenzione del crimine, aumentare la percezione di sicurezza, vigilare e favorire lo sviluppo della cultura della partecipazione alle tematiche della sicurezza urbana». 
Agli incontri, oltre all’amministrazione comunale, saranno presenti le Forze dell’Ordine e il referente provinciale e per il territorio valeggiano dell’ACdV, Stefano Carboni. Quest’ultimo, ormai esperto della materia legata alla comunicazione e alla sicurezza dei Comuni, durante gli incontri spiegherà il modus operandi dell’associazione e racconterà le esperienze vissute nei territori vicini fino ad oggi. «Nata nel 2013, l’associazione è composta da una rete di volontari che si mettono al servizio del proprio Comune – spiega Carboni -. È uno strumento di supporto per le amministrazioni Comunali, le associazioni locali e i privati cittadini che vogliano sviluppare nel proprio territorio programmi di sicurezza partecipata e organizzare gruppi di Controllo del Vicinato. C’è molto menefreghismo oggi, non siamo più vicini oggi, spesso nemmeno ci conosciamo. Eppure se ognuno facesse la sua parte, tutti potrebbero sentirsi più sicuri». 

 

 

PREVENZIONE TRUFFE
Allegato formato jpg
Scarica
CONTROLLO DEL VICINATO
Allegato formato pdf
Scarica