Vinaora Nivo Slider

News

Nuove deroghe nelle misure di risanamento della qualità dell'aria ed il contrasto all'inquinamento atmosferico

Per andare in contro alle esigenze dei cittadini, L'Amministrazione comunale ha deciso di allargare il numero delle deroghe previste dall'ordinanza che impone le misure di risanamento dell'aria ed il contrasto all'inquinamento atmosferico dal 1 ottobre 2018 al 31 marzo 2019.

Esclusioni dal divieto di circolazione
Sono escluse dal divieto di circolazione di cui ai livelli: 0 verde, 1 arancio, 2 rosso, del presente provvedimento le seguenti categorie di veicoli:
1. veicoli ad emissione nulla (motore elettrico);
2. veicoli equipaggiati con motore ibrido elettrico e termico;
3. veicoli alimentati a GPL o gas metano purché utilizzino per la circolazione dinamica rigorosamente solo GPL o gas metano;
4. autobus adibiti al servizio pubblico di linea e turistici, scuolabus, taxi ed autovetture in servizio di noleggio con conducente;
5. veicoli di trasporto di pasti confezionati per le mense e le assistenze domiciliari;
6. veicoli al servizio di portatori di handicap - muniti di contrassegno - e di soggetti affetti da gravi patologie debitamente documentate con certificazione rilasciata dagli Enti Competenti (Strutture ospedaliere e Commissioni A.S.L.), ivi comprese le persone che hanno subito un trapianto di organi o che sono immunodepresse;
7. veicoli adibiti a compiti di soccorso, compresi quelli dei medici in servizio e dei veterinari in visita domiciliare urgente, muniti di apposito contrassegno rilasciato dal rispettivo ordine;
8. veicoli con targa estera, purché i conducenti siano residenti all’estero;
9. veicoli di servizio e veicoli utilizzati per assolvere ai compiti d'istituto delle Pubbliche Amministrazioni, compresa la Magistratura, dei Corpi e servizi di Polizia Locale, delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco, delle Forze Armate, degli altri Corpi armati dello Stato;
10. veicoli che trasportano farmaci, prodotti per uso medico e prodotti deperibili il cui trasporto non possa essere rinviato da provarsi con documento di trasporto;
11. veicoli utilizzati da persone che non possono recarsi al lavoro con mezzi pubblici a causa dell’orario di inizio o fine turno o del luogo di lavoro, limitatamente al percorso più breve casa-lavoro purché muniti di dichiarazione del datore di lavoro attestante la tipologia e l’orario di articolazione dei turni e l’effettiva turnazione;(deroga inserita dal 2017 dalla proposta regionale);
12. veicoli utilizzati per il trasporto di alunni presso gli istituti scolastici (distante non meno di 900 metri), in mancanza di trasporto pubblico, limitatamente al percorso più breve casa-scuola, scuola-casa;
13. veicoli di lavoratori limitatamente ai percorsi casa-1^ fermata (distante non meno di 900 metri) dal servizio di trasporto pubblico di linea, con le modalità previste dal titolo autorizzatorio;
14. veicoli degli ospiti delle strutture ricettive situate nell’area interdetta, limitatamente al percorso necessario all’andata e al ritorno dalla struttura ricettiva, il giorno dell’arrivo e il giorno della partenza, in possesso della copia della prenotazione;
15. veicoli che effettuano car-pooling, ovvero trasportano almeno 3 persone a bordo se omologati a quattro o più posti oppure con almeno 2 persone a bordo se omologati a 2 posti;
16. veicoli che debbano recarsi alla revisione obbligatoria (con documenti dell'ufficio del Dipartimento di Trasporti Terrestri o dei Centri di Revisione Autorizzati) limitatamente al percorso strettamente necessario;
17. veicoli degli istituti di vigilanza privata compresi i portavalori;
18. autoveicoli o motoveicoli d’epoca e d’interesse storico e collezionistico ai sensi dell’art. 60 del D.Lgs. n. 285/92 e s.m.i. “Nuovo Codice della Strada” (D.G.R.V. n. 4117/2007) in occasione di manifestazioni;
19. veicoli adibiti a cerimonie nuziali, battesimi, comunioni, cresime o funebri e al seguito, muniti di titolo autorizzatorio;
20. veicoli di sacerdoti e ministri di culto di qualsiasi confessione per le funzioni del proprio ministero, muniti di titolo autorizzatorio;
21. veicoli per il trasporto alle strutture sanitarie pubbliche o private per sottoporsi a visite mediche, cure ed analisi programmate (muniti di titolo autorizzatorio), nonché per esigenze di urgenza sanitaria da comprovare successivamente con il certificato medico rilasciato dal Pronto Soccorso;
22. veicoli dei donatori di sangue muniti di appuntamento/certificato per la donazione;
23. veicoli dei paramedici e dei tecnici ospedalieri in servizio di reperibilità, nonché i veicoli in uso a associazioni, Enti o istituti che svolgono servizio di assistenza sanitaria e/o sociale, muniti di titolo autorizzatorio;
24. veicoli utilizzati per particolari attività urgenti e non programmabili, per assicurare servizi manutentivi di emergenza, nella fase di intervento, muniti di titolo autorizzatorio;
25. veicoli utilizzati per assicurare la produzione e la distribuzione di energia nonché la gestione e la manutenzione dei relativi impianti, limitatamente a quanto attiene alla sicurezza degli stessi;
26. veicoli utilizzati per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti urbani e speciali;
27. veicoli utilizzati per i servizi cimiteriali limitatamente al trasporto, ricevimento ed inumazione delle salme;
28. veicoli utilizzati per il servizio attinente alla manutenzione della rete stradale (ivi compreso lo sgombero delle nevi), idrica, fognaria e di depurazione;
29. veicoli partecipanti ai cortei del carnevale;
30. veicoli di pensionati in bassa fascia di reddito (ISEE inferiore a 16.700 Euro), muniti di titolo autorizzatorio e di copia dell'attestato ISEE in corso di validità;
31. veicoli di arbitri e commissari di gara impegnati in manifestazioni sportive limitatamente al percorso per raggiungere la sede di gara, muniti di titolo autorizzatorio;
32. veicoli di conducenti che abbiano compiuto il 70° anno di età;
33. veicoli eccezionali e trasporti in condizione di eccezionalità definiti dall'art. 10 del Codice della Strada, nonché veicoli speciali definiti dall'art. 54 lett. f), g), n) del Codice della Strada;
34. veicoli commerciali di ambulanti limitatamente al percorso più breve casa- area mercatale - casa.

Alleghiamo l'autocertificazione per il lavoratori, il certificato del datore di lavoro e l'ordinanza completa.

Le ultime proposte dello Sportello Lavoro. Ottobre 2018

Ripartono icorsi gratuiti (finanziati da ANPAL e Ente Nazionale per il Microcredito, misura 7.1) per l’avvio di impresa e finanziamento di start up giovanili di NEET (Under 30 che non studiano né lavorano), regolarmente iscritti a Garanzia Giovani.

Si chiama YES I START UP, 80 ore (60 di aula e 20 di coaching di gruppo), finalizzato alla redazione delBusiness Plan per la successiva domanda di finanziamento SELFIEMPLOYMENT, riservata anche questa a NEET iscritti a G.G.: tasso zero, NO GARANZIE PERSONALI, max €50.000, ammortamento del prestito in 7 anni.

L’edizione del corso è prevista in Camera di Commercio di Verona, Corso Porta Nuova, 96, a partire da ottobre.

Per maggiori info e adesioni cliccare sul link o chiamare lo 0458766940.


RICERCA URGENTE

AZIENDA DI VALEGGIO SUL MINCIO E VOLTA MANTOVANA RICERCA APPRENDISTA MURATORE.
LUOGO DI LAVORO VALEGGIO SUL MINCIO
INVIARE CV A Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

OPPURE CONTATTARE IL 3472525829

/Come accedere ai corsi dell'Università del Tempo Libero ?

Per accedere ai corsi è necessario avere 18 anni compiuti.

TEMPI DI ISCRIZIONE: dal 8 ottobre al 19 ottobre 2018, salvo per i corsi che inizieranno nel 2019, per i quali
le iscrizioni proseguono fino a 15 giorni prima dell’inizio degli stessi.

MODALITÀ DI ISCRIZIONE:
• per i residenti preferibilmente on line,attraverso il sito internet del Comune www.comune.valeggiosulmincio.vr.it, dove si potranno trovare anche le istruzioni per la compilazione;
• per i non residenti e per chi è impossibilitato a presentare domanda on line, presso l’Ufficio Scuola del Comune
tel. 045 6339855 - 6339815 nei seguenti orari:
Lunedì, martedì, venerdì dalle ore 10,30 alle ore 13,00; mercoledì dalle ore 8.30 alle ore 13.30;
giovedì dalle ore 15,00 alle ore 18,00;
oppure per e-mail ( Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. )
compilando il modulo di iscrizione e allegando la ricevuta di pagamento.

COSTI:
• Quota di iscrizione: residenti euro 45,00; non residenti euro 55,00
• Costo specifico per ogni corso: indicato all’interno del libretto
• Per ogni corso successivo al primo è prevista una riduzione di euro 10,00 sul costo del corso stesso.
• I cittadini ultrasettantenni pagano euro 5,00 per ogni corso scelto

MODALITÀ DI PAGAMENTO:
• allo sportello di Unicredit Banca spa agenzia di Valeggio sul Mincio - p.zza Carlo Alberto;
• mediante bonifico bancario (IBAN IT 28 X 02008 59930 000103775148)
• su conto corrente postale n. 13333372 intestato a Comune di Valeggio s/M - Servizio Tesoreria
• presso l’Ufficio Scuola del Comune, mediante l’utilizzo di carta Bancomat/POS (non Bancoposta)

I corsi verranno attivati solo con un numero minimo di 10 iscritti paganti, compatibilmente con le disponibi- lità finanziarie dell’Ente.
Qualora al termine delle iscrizioni si verificasse che alcuni corsi non vengono attivati per carenza di iscrizioni, gli interessati verranno immediatamente avvisati e potranno decidere se scegliere un altro corso o essere rimborsati per la relativa quota versata.
L’attività sarà sospesa nei periodi di festività, ovvero il 1 novembre 2018, l’8 dicembre 2018, dal 24 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019.
A conclusione dell’ anno accademico e con una frequenza di almeno il 70% delle lezioni, su richiesta degli inte- ressati verrà rilasciato un attestato.

UTL-Manifesto-2018-19

Rinnovo del bando di erogazione dei contributi per l’acquisto di biciclette elettriche

Dal 2011 il Comune di Valeggio sul Mincio ha aderito all’iniziativa del Patto dei Sindaci (Covenant of Mayors) promossa dalla Commissione Europea. Lo scopo è di coinvolgere le città e i cittadini nello sviluppo della politica energetica dell’Unione Europea e di impegnare i cittadini ad andare oltre gli obiettivi della UE per ridurre le emissioni di CO2, attraverso l’adozione di misure di efficienza energetica e di azioni collegate allo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili. Una di queste azioni è il bando per la concessione di contributi per l’acquisto di biciclette e “cargo bike” a pedalata assistita diretti alla promozione della mobilità sostenibile.

Da dicembre 2016 a ottobre 2017 l’Amministrazione ha accolto 16 domande di contributo.

Ora il bando viene rinnovato: fino al 31 marzo 2019 chi acquisterà una bicicletta a pedalata assistita potrà avere un contributo di 250 euro, mentre per la cargo bike sarà possibile ricevere la somma di 500 euro. In ogni caso l'incentivo concesso ai beneficiari non potrà superare il 30% della spesa sostenuta per il solo acquisto della bicicletta o cargo bike. La somma totale messa a disposizione è di 5 mila euro.

Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’Ufficio del Patto dei Sindaci (Vesentini Stefano tel. 045 6339807; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ed il sito web comunale www.comune.valeggiosulmincio.vr.it.

«Abbiamo deciso di riproporre il bando – dice l’assessore alle politiche energetiche Simone Mazzafelli – per dare continuità a questa iniziativa che ha riscosso particolare interesse nella cittadinanza. Contribuire alla spesa per l'acquisto di biciclette a pedalata assistita significa anche incentivare l'attività motoria utilizzando, per gli spostamenti quotidiani in paese, un mezzo ecologico che comunque necessita di un minimo sforzo fisico».

In aumento l’attività dello Sportello Lavoro comunale e il numero delle offerte proposte

Lo Sportello Lavoro del Comune di Valeggio sul Mincio opera in convenzione ed a cura di Lavoro & Società SCARL ed Energie Sociali Cooperativa Sociale ONLUS. Il confronto tra l’attività svolta nel 2017 (da marzo a dicembre) ed i primi sei mesi del 2018 permette di valutarne positivamente l’efficacia in termini di accoglienza e ricollocamento delle persone in cerca di occupazione e di costante monitoraggio, collaborazione e comunicazione con l’assessorato competente, i servizi socio educativi e gli enti di formazione e del privato sociale. Nei 10 mesi di monitoraggio del 2017 lo Sportello Lavoro ha svolto 213 colloqui, contattato 74 aziende, agevolato l’assunzione di 43 lavoratori, effettuato 47 proposte di formazione, avviato 6 tirocini in 40 aperture. Nel sei mesi del 2018 i colloqui sono stati 233, le aziende contattate 74, assunti 51 lavoratori, 32 le proposte formative in 25 aperture del servizio.

Dal proprio osservatorio lo Sportello può affermare che i tempi di crisi sembrano superati, incontrando un mercato del lavoro ricettivo e propositivo, con un aumento delle opportunità lavorative. Da sottolineare l’aumento parziale di occupazione a tempo indeterminato e la regolarizzazione di lavori altrimenti saltuari e in nero in un recente passato. Tuttavia rimane costante o in leggera crescita l'inserimento lavorativo con contratti a tempo determinato rinnovabile per lunghi periodi.
Un dato che rimane costante è la continua ricerca di mansioni che richiedono “nuove” e specializzate professioni in ambito metalmeccanico, elettrico, grafico, informatico, della logistica con l’avvento della robotica per la gestione della movimentazione e codificazione della merce. Le richieste sono rivolte soprattutto ai giovani con meno di 30 anni, agevolati dalla volontà delle aziende di includerli nello staff aziendale avviando anche percorsi di formazione mirati.
Cresce la richiesta in agricoltura di operai/e che le aziende faticano ad intercettare.
Anche privati e case di riposo sono alla costante ricerca di OSS (Operatori Socio Sanitari), badanti e assistenti domiciliari, anche senza qualifica, per coprire richieste di assistenza verso persone anziane numericamente in costante aumento.
In aumento anche la ricerca di lavoratrici svantaggiate per lo sviluppo di nuovi progetti in ambito tessile e sartoriale attraverso percorsi formativi dedicati.

«Lo Sportello Lavoro fu un'intuizione felice che abbiamo avuto in tempi di crisi – afferma Marco Dal Forno, assessore alle Politiche sociali – che è diventato un modello nella provincia e a livello regionale. Consente una mediazione tra domanda (lavoratori) e offerta di lavoro (aziende) con operatori specializzati e risolve molte situazioni difficili personali e familiari».

Misure di risanamento per il miglioramento della qualità dell'aria ed il contrasto all'inquinamento locale da adottare per il periodo dal 1° ottobre 2018 al 31 marzo 2019.

Dal 1 ottobre 2018 al 31 marzo 2019 il Comune di Valeggio sul Mincio adotta le misure di limitazione della circolazione, secondo le indicazioni della Regione Veneto e come contenute nel nuovo “Accordo di programma per l'adozione coordinata e congiunta di misure di risanamento per il miglioramento della qualità dell'aria nel Bacino Padano” di
seguito riportate:

Livello 0 – VERDE (nessun superamento misurato nella stazione di riferimento del valore limite di 50 microg/mc della concentrazione di PM10, secondo le persistenze di cui ai punti successivi o numero di superamenti consecutivi inferiore uguale a 3).

Mobilità:
Limitazione della circolazione delle autovetture diesel e dei veicoli commerciali (di categoria N1, N2 ed N3) diesel, dal 1 ottobre al 31 marzo, di ogni anno, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 18.30, di categoria inferiore o uguale ad “euro 3”;

Generatori di calore:
divieto di:
- utilizzo di generatori con classe di prestazione emissiva inferiore a “2 stelle”;
- installazione di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa aventi prestazione energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe “3 stelle” in base alla classificazione ambientale introdotta dal decreto attuativo dell'art. 290, comma 4, del d.lgs. 152/2006.

Livello 1 ARANCIO (attivata dopo 4 giorni consecutivi di superamento, misurato nella stazione di riferimento, del valore limite giornaliero di 50 microg/mc di PM10, sulla base della verifica effettuata nelle giornate di lunedì e giovedì (giornate di controllo) sui quattro giorni antecedenti. Le misure temporanee, da attivare entro il giorno successivo a quello di controllo (ovvero martedì e venerdì), restano in vigore fino al giorno di controllo successivo.).

Mobilità:
Limitazione all'utilizzo delle autovetture private di classe emissiva almeno “euro 4” diesel in ambito urbano dalle 8.30 alle 18.30 e dei veicoli commerciali di classe emissiva almeno “euro 3” diesel dalle 8.30 alle 18.303; divieto per tutti i veicoli di sostare con il motore acceso.

Generatori di calore:
divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazione energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe “3 stelle” in base alla classificazione ambientale introdotta dal decreto attuativo dell'art. 290, comma 4, del d.lgs. 152/2006.

Combustioni all'aperto:
divieto assoluto, per qualsiasi tipologia (falò rituali, barbecue e fuochi d'artificio, scopo intrattenimento, etc, ..) di combustioni all'aperto anche relativamente alle deroghe consentite dall'art. 182, comma 6 bis, del d.lgs. 152/06 rappresentate dai piccoli cumuli di residui vegetali bruciati in loco.

Temperature ambienti: introduzione del limite a 19°C (con tolleranza di 2°C) per le temperature medie nelle abitazioni e spazi ed esercizi commerciali.

Spandimento liquami: divieto di spandimento dei liquami zootecnici (non letami) e, in presenza di divieto regionale, divieto di rilasciare le relative deroghe.

Livello 2 ROSSO (attivato dopo 10 giorni consecutivi di superamento, misurato nella stazione di riferimento, del valore limite giornaliero di 50 microg/mc di PM10, sulla base della verifica effettuata nelle giornate di lunedì e giovedì (giornate di controllo) sui 10 giorni antecedenti. Le misure temporanee, da attivare entro il giorno successivo a quello di controllo (ovvero martedì e venerdì) restano in vigore fino al giorno di controllo successivo.).
Le misure temporanee omogenee di 2° livello sono aggiuntive a quelle previste di 1° livello.

Mobilità:
Estensione delle limitazioni per:
 le autovetture private di classe emissiva almeno “euro 4” diesel in ambito urbano nella fascia oraria 8.30-18.30;
 i veicoli commerciali almeno “euro 3” diesel nella fascia oraria 8.30-18.30 ed “euro 4” diesel nella fascia oraria 8.30 –12.30.

Generatori di calore:
divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) aventi prestazione energetiche ed emissive che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe “4 stelle” in base alla classificazione ambientale introdotta dal decreto attuativo dell'art. 290, comma 4, del d.lgs. 152/2006.

Ed inoltre:
limitazione della circolazione, in tutti i livelli di allerta (rimane invariata rispetto agli anni precedenti), per le auto alimentate a BENZINA euro 0, euro 1; i motoveicoli e ciclomotori non omologati ai sensi della direttiva 97/24/CE ed il cui certificato di circolazione o di idoneità tecnica sia stato rilasciato in data antecedente al 1 gennaio 2000, come individuati agli artt. 52 e 53 del “Nuovo Codice della Strada” D. Lgs. 30 aprile 1992, n. 285 e s.m.i., non adibiti a servizi e trasporti pubblici.

Per saperne di più leggi l'allegato.

Il Consiglio comunale conferma la volontà di acquisire Monte Vento e Monte Mamaor

«Cento ettari di territorio valeggiano di grande valenza ambientale – dice il sindaco Angelo Tosoni – tornano a disposizione della comunità, che ora può decidere come valorizzarli.».

Il 26 settembre 2018 il Consiglio comunale ha deciso, quasi all'unanimità, di procedere con l’acquisizione a titolo non oneroso del compendio di Monte Vento e di quello di Monte Mamaor, al momento in possesso dell’Agenzia del Demanio. Si tratta della conclusione di un lungo percorso, iniziato alla fine del 2013 con la richiesta del Comune di Valeggio sul Mincio di entrare in possesso delle due aree, sfruttando le possibilità offerte dal “federalismo demaniale” del decreto legislativo n.85 del 28 maggio 2010. Ora l’Agenzia del Demanio ha tempo fino a 90 giorni per formalizzare la richiesta del Comune e procedere con la firma del passaggio di proprietà.

Monte Mamaor e monte Vento sono due colline moreniche ad area agricola con vincolo paesaggistico che sorgono a ridosso di Custoza e confinano con la frazione di Santa Lucia ai Monti. Il Demanio Militare, aveva costruito sulla loro superficie numerosi magazzini per il deposito di esplosivi, definitivamente abbandonati nel 2001.

A disposizione l'elenco delle estumulazioni ordinarie nel cimitero di Valeggio sul Mincio per l'anno 2019

Si avvisa che si darà avvio alle operazioni di estumulazione ordinaria delle salme/resti mortali tumulate nei loculi/cellette ossario del cimitero di Valeggio sul Mincio, Borghetto, Santa Lucia e Salionze, di cui all’allegato A, facente parte integrante del presente avviso, come previsto dal
vigente Regolamento di Polizia Mortuaria.

L’estumulazione ordinaria consiste nell’estrazione della salma e dei resti mortali precedentemente tumulati nel loculo o nella celletta ossario. Per lasciare spazio a nuove sepolture,
il regolamento di Polizia Mortuaria del Comune di Valeggio sul Mincio, prevede di effettuare le estumulazioni ordinarie dei defunti/resti mortali allo scadere della concessione a tempo determinato o dopo una permanenza nel tumulo non inferiore a 30 anni.

Si invitano i familiari dei defunti interessati alle estumulazioni, il cui elenco è allegato al presente atto, a recarsi presso:

UFFICIO gestore servizi cimiteriali presso COOPERATIVA SPAZIO 11
Via dell’Artigianato 28/30 VALEGGIO SUL MINCIO – Telefono 0456370123
DAL LUNEDI’ AL SABATO DALLE ORE 9,00 ALLE ORE 12,00

per disporre della destinazione dei resti mortali dei congiunti, oltre che per comunicare la volontà di ritirare le foto, gli oggetti o i segni funebri posti sulle sepolture dei propri cari, da concordare successivamente con l’incaricato cimiteriale. Nel caso non venga segnalato tale interesse, gli
oggetti rimarranno nella disponibilità del Comune.

C'è tempo fino al 25 dicembre 2018.

Censimento permanente della popolazione: al via ad ottobre le operazioni anche a Valeggio sul Mincio

Da ottobre 2018 parte il Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni, attraverso il quale l’Istat rileverà con un cadenza annuale e non più decennale le principali caratteristiche della popolazione.

Il nuovo Censimento permanente della popolazione e delle abitazioni coinvolge ogni anno un campione delle famiglie: circa un milione e 400 mila famiglie, residenti in 2.800 comuni italiani.

Solo una parte dei comuni (circa 1.100) è interessata ogni anno dalle operazioni censuarie, mentre la restante è chiamata a partecipare una volta ogni 4 anni. In questo modo, entro il 2021, tutti i comuni partecipano, almeno una volta, alle rilevazioni censuarie. Grazie all’uso integrato di rilevazioni statistiche campionarie e dati provenienti da fonti amministrative, il Censimento permanente è in grado di restituire annualmente informazioni che rappresentano l’intera popolazione, ma anche di contenere i costi e il disturbo statistico sulle famiglie.

Valeggio sul Mincio è uno dei Comuni interessati dal censimento permanente. Dal 10 ottobre 2018 l’Ufficio anagrafe invierà a domicilio due rilevatori presso una sessantina di famiglie per compilare insieme il questionario d’indagine, mentre altre 139 riceveranno una lettera dall’Istat contenente le credenziali per compilare un questionario online. Le famiglie campionate hanno l’obbligo di risposta. I rilevatori saranno tenuti a rendere nota la propria identità, la propria funzione e le finalità della raccolta, anche attraverso adeguata documentazione (cartellino ben visibile). Il Piano Generale del Censimento approvato dall’ISTAT prevede che i Comuni individuino i rilevatori fra il personale dipendente, oppure, qualora questo non sia in possesso dei requisiti minimi o non risulti per qualsiasi altro motivo sufficiente, che si rivolgano a soggetti esterni.

Un premio dall'Amministrazione agli studenti meritevoli: Scadenza: 24 ottobre 2018.

L’Amministrazione comunale ha avviato anche quest’anno un bando per assegnare borse di studio del valore complessivo di 6000 euro a studenti meritevoli, che si siano diplomati o laureati nell’anno scolastico 2016/2017.

Questi i premi previsti:

- premi del valore Euro 300,00 per laureati nell'anno accademico 2016/2017 con tesi di carattere letterario, storico artistico (storia dell'arte), scientifico (scienze naturali, biologiche e mediche), tecnico (architettura ed ingegneria) socio-economiche, giuridico, sociale, statistico, psicopedagogico riguardanti aspetti generali e/o particolari della vita e del territorio valeggiano;
- premi del valore di euro 150,00 per i laureati residenti a Valeggio Sul Mincio che abbiano conseguito una laurea triennale con votazione pari a 110/110 e 110/110 e lode nell'anno accademico 2016/2017;
- premi del valore di euro 200,00 per i laureati residenti a Valeggio Sul Mincio che abbiano conseguito una laurea specialistica con votazione pari a 110/110 e 110/110 e lode nell'anno accademico 2016/2017;
- premi del valore di euro 350,00 per i laureati residenti a Valeggio Sul Mincio che abbiano conseguito una laurea quinquennale con votazione pari a 110/110 e 110/110 e lode nell'anno accademico 2016/2017;
- borse di studio a studenti della Scuola Secondaria Superiore che si sono diplomati nell'anno scolastico 2016/2017 come segue:
punteggio da 90/100 a 94/100: euro 150,00
punteggio da 95/100 a 99/100: euro 200,00
punteggio 100/100: euro 250,00.

Le somme sono indicative, perché potranno subire variazioni in base al numero di domande pervenute.
La domanda di partecipazione per l'assegnazione delle borse di studio agli studenti della Scuola Media Superiore deve essere compilata secondo il modello che è in distribuzione presso l'Ufficio Scuola nel Palazzo Municipale (tel. 045 6339855 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. ) o che si può scaricare dal sito web comunale. Una volta compilata la domanda dovrà essere spedita tramite posta raccomandata o consegnata a mano all’Ufficio Protocollo del Comune di Valeggio sul Mincio.
Scadenza per presentare le domande: 24 ottobre 2018.

Il nostro sito utilizza cookie tecnici necessari a rendere semplice l'uso dei nostri servizi ai nostri visitatori e a collezionare informazioni con l'intenzione di rendere sempre migliore il servizio sia in termini di performance che di usabilità. Il nostro sito utilizza link e componenti di terze parti che potrebbero a loro volta generare cookie dei quali non possiamo essere responsabili. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l’informativa sulla "Cookie policy completa". Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta l’informativa sulla Cookie policy completa.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti l'uso dei cookie.